ELEZIONI DLF

I gruppi dirigenti del Dopolavoro Ferroviario, in carica dal novembre 1999, si apprestano entro la fine dell'anno a esaurire il loro mandato. L'accordo fra OO.SS. e FS per un nuovo Statuto ha dato il via, per il mese di novembre nei giorni 25, 26, 27, all'appuntamento elettorale per il rinnovo dei Consigli Direttivi Territoriali.

Questo avviene anche se al momento rimane irrisolto l'annoso problema patrimoniale. A tutt'oggi, infatti, non si conoscono né le pretese economiche né le condizioni poste da FS per continuare ad affidare ai DLF le proprietà immobiliari fino ad ora gestite. Per altro è ormai dato per scontato che l'unico percorso praticabile sarà, dal primo gennaio 2009, il rinnovo del contratto di locazione con la novità che per il prossimo le FS, a differenza della precedente in cui il canone era fissato in modo forfetario per tutti gli immobili in consegna, lo stabilirà per ogni singola unità.

Come già paventato l'affitto tenderà a essere portato molto vicino ai valori di mercato e si ritiene che dopo l'estate si avrà notizia dei nuovi importi. Sarà allora giocoforza valutarne la sopportabilità per le casse del DLF, compreso se sarà sufficiente, pur di sopravvivere, al sacrificio di tutti gli immobili non essenziali: restituendoli.

Nei DLF vi è già ora una diffusa difficoltà a pagare i canoni, anzi vi è chi proprio non ci riesce, nonostante l'essenziale contributo economico dell'Associazione Nazionale DLF, che oltretutto non si sa ancora se e in che entità elargirà anche in futuro.

L'imposizione da parte delle FS dall'anno 2003 dell'affitto, i successivi aumenti e il taglio d'innumerevoli facilitazioni sono le cause principali che hanno determinato la crisi di non pochi DLF dove, al sopraggiungere delle difficoltà e all'assottigliarsi delle risorse disponibili, i Consigli Direttivi non sempre hanno saputo reagire.

Quest'involuzione, con il complicarsi della situazione, ha richiesto perentorie risposte in direzione della quadratura dei bilanci, impostate su due direttrici: il contenimento della spesa e la ricerca di maggiori entrate. In non pochi Consigli il misurarsi su queste impegnative scelte ha funzionato come innesco per la miccia detonante che ha scatenato contrapposizioni, discordie, demotivazioni ed abbandoni.

La prospettiva futura per i DLF rimane quindi preoccupante. Indicativo della generale preoccupazione che serpeggia è ciò che scrivono sui loro rispettivi organi d'informazione due Presidenti di primo piano, membri entrambi del Consiglio Nazionale DLF, molto drastico, con pochi spazi alla speranza, il giudizio espresso da Ettore Bufalieri, Presidente del DLF di Bologna, che sul numero di Giugno del periodico Tempo Libero sostiene: dall'1 gennaio 2009 si passerà a canoni vicini ai valori commerciali. Ciò significa che i nuovi gruppi dirigenti che verranno dalle elezioni, moriranno per asfissia dopo qualche mese; più possibilista, ma sempre in un quadro preoccupante, è l'analisi di Carmine Grieco, Presidente del DLF di Salerno, che sul numero di Giugno della rivista Arechi 2000 afferma: le Associazioni DLF dovranno essere sempre più gestionalmente autonome, perché quelle che non sapranno o non potranno darsi sufficienti risorse umane e finanziarie saranno destinate, prima o poi, a soccombere ovvero a chiudere.

Il nostro DLF ha, fino a ora, retto lo stato di recessione senza penalizzare le attività, risultato da ascrivere a un Consiglio Direttivo che ha avuto il merito di un'oculata gestione, sempre tesa a conseguire gli obiettivi di bilancio.

Le difficili sfide che attendono al varco il DLF inducono ad auspicare che le prossime elezioni DLF vedano almeno una parte degli attuali Consiglieri riconfermati, sia per l'esperienza maturata, sia per i positivi risultati in questi anni conseguiti e che fra le OO.SS., considerata la fase delicata, si faccia ogni sforzo per raggiungere un'intesa su una lista comune o almeno, in via subordinata, per una successiva gestione unitaria.

Giovanni Vannini

CONSIGLI DIRETTIVI - ELEZIONI DLF

Il Consiglio Nazionale DLF, con la delibera n. 362 del 22 luglio 2008, ha fissato la data per lo svolgimento delle elezioni per il rinnovo dei Consigli Direttivi Territoriali, nei giorni 25, 26, 27 novembre 2008. Ha disposto altresì che fossero Soci elettori e eleggibili tutti coloro che risulteranno iscritti al DLF entro la data del 25 settembre 2008.

L'atto preliminare sarà però l'approvazione delle modifiche allo Statuto dei DLF Territoriali, così come scaturito dall'accordo intervenuto fra i soci Fondatori del DLF (OO.SS. e FS). A tale scopo è stata fissata l'Assemblea dei Soci DLF, presso la sede sociale, per il giorno 10 Settembre alle ore 16,00.